Lun - Ven

09:00-13:00 / 14:00-18:00

Contattaci

055.3440340

Via O. da Pordenone, 20

Firenze, 50127

Chi siamo

CNE – Consorzio Nazionale Espropriati è un’associazione senza fine di lucro a carattere apolitico, finalizzata alla tutela dei soggetti che subiscono espropriazioni o limitazioni del diritto di proprietà per causa di pubblica utilità.
I nostri tecnici e legali lavorano in stretta sinergia con i professionisti convenzionati e operano nei contesti agricolo, urbanistico, commerciale e industriale.
Le origine dell’Associazione risalgono agli anni '60, quando, con l’avvio delle grandi opere pubbliche, il problema delle espropriazioni interessò un elevato numero di cittadini.
Per iniziativa di alcuni imprenditori agricoli della Lombardia, i cui terreni venivano interessati dalla realizzazione dell’Autostrada del Sole, si fondò il Consorzio Nazionale Espropriati e Danneggiati per Pubblica Utilità e venne nominato presidente il principe Corsini di Firenze, grande proprietario terriero.
Il "consorzio", avvalendosi di esperti tecnici e legali, forniva agli associati assistenza al fine di massimizzare l’indennizzo sulla scorta delle leggi risalenti al 1865 allora vigenti.
Negli anni '70 -'80, in un periodo storico caratterizzato da un forte sviluppo urbanistico, il legislatore, giustificando le nuove norme con l’interesse sociale, aveva di fatto svuotato l’indennizzo svincolandolo dal valore venale del bene.
Negli ultimi anni la Corte Costituzionale, con un ritorno ai principi della legge fondamentale, ha recepito l’orientamento CEDU (Corte Europea dei Diritti dell’Uomo): con la sentenza n.181 del 2011, la Corte ha infatti stabilito che la liquidazione di un indennizzo "congruo" deve essere calcolato in base al valore venale del bene e/o dei danni conseguenti.


Organigramma:
La nostra struttura funzionale non gerarchica, riflette le caratteristiche che ci contraddistinguono: competenza, multidisciplinarietà, coordinamento e organizzazione.

Organigramma